Dott.ssa Sabrina Lattes – Narrativi Digitali
Dottoressa Sabrina Lattes

Sono Sabrina Lattes, Psicologa e specializzanda in Psicoterapia; abito e lavoro a Faenza, città che ha adottato un animo napoletano racchiuso in un corpo moderatamente nomade.

Sono Laureata in Psicologia Cognitiva Applicata, la Psicologia che studia i processi mentali (memoria, attenzione, linguaggio…) che ci permettono di vivere quotidianamente. Secondo quest’ottica, se hai deciso di intraprende un percorso psicologico ti stai dedicando maggiormente alla consapevolezza delle tue azioni (visibili e non) sia per migliorarti o anche per intraprendere un percorso che ti possa aiutare a conoscerti sempre di più.

A cosa mi ispiro?

“Saper leggere il libro del mondo con parole cangianti e nessuna scrittura”

Fabrizio de André, Khorakhané (A forza di essere vento).

La risposta è racchiusa in questa illuminante frase del grande Faber, ormai diventata il mio motto lavorativo e di approccio alla vita.

 

Perché non esiste una sola strada, valida per tutti, per diventare consapevoli del nostro modo di leggere il mondo, perché questa consapevolezza passa dal modo in cui raccontiamo la nostra vita, che sarà unico e irripetibile, ma non per questo più o meno vero o importante.

Solitamente si tende a pensare che sia importante arrivare alla verità, anche se nessuno sa precisamente cosa sia, come sia fatta, o,  addirittura, se davvero esista. Invece noi, di ogni momento della nostra vita, creiamo un film di cui siamo al tempo stesso protagonisti e spettatori

L’approccio a cui mi ispiro, la Psicologia Cognitivo Costruttivista, pone al centro te e il tuo modo di costruire il tuo mondo, un mondo fatto di spiegazioni e di relazioni (cancellare il resto). Il mio lavoro, quindi, consiste nell aiutarti a scoprire te stesso, proprio come un uomo che “si incontra e, a tratti, non si riconosce”, parafrasando De André, che si legge pagina dopo pagina con occhi sempre nuovi. “Con parole cangianti e nessuna scrittura”, appunto.

Perché Narrativi Digitali?

Perché se, come me, abbracci l’idea che è fondamentale dare spazio al modo in cui ognuno di noi percepisce la propria realtà, credo sia impossibile, al giorno d’oggi, non considerare il modo in cui ognuno di noi vive e racconta anche quella “parallela”, quella in cui la condivisione di parti di sé avviene attraverso il rispecchiamento nel mondo digitale dell’altro

Ogni like lasciato o ricevuto è un segno di connessione non solo informatico, ma anche psicologico; un modo per dire “Ehy, ti capisco, e in quello che fai rivedo anche un po’ me stesso”. Viviamo di connessioni, sia analogiche che digitali e, ormai, non possiamo farne a meno.

La mia Storia (Professionale):

Nel mese di Febbriao 2015 mi laureo, con la tesi “Oggetti olfattivi e loro implicazioni sul Sistema Nervoso Autonomo: studio preliminare alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris”.

Svolgo il mio tirocinio professionalizzante al Consultorio Familiare di Imola (progetti scolastici sul Cyberbullismoviolenza di genereDisturbi del Comportamento Alimentareaffettività-sessualità) e supporto psicologico (adultiInterruzione Volontaria di Gravidanza).

Conduco il progetto di ricerca: “Stereotipi di genere e violenza di coppia: analisi esplorativa del circondario imolese”, a cura del Consultorio Familiare di Imola e il supporto delle Dott.sse Laura Pomicino e Federica Bastiani.

A Novembre 2015 supero l’esame di stato, e mi iscrivo all’Ordine degli Psicologi dell’Emilia Romagna.

Da Marzo 2016 collaboro con l’Ente autorizzato alle adozioni internazionali Associazione di Volontariato Ernesto, come referente degli sportelli della provincia di Ravenna.

A Marzo 2016 mi iscrivo alla Scuola Quadriennale di Psicoterapia Cognitivo Costruttivista di Forlì (direttori Dott.i Silvio Lenzi e Furio Lambruschi).

Da Giugno 2016 fino a Febbraio 2018 ho svolto il tirocinio della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia presso il Consultorio Familiare di Lugo (ambito Spazio Giovani: supporto psicologico ad adolescenti dai 14 ai 21 anni; genitori; coppie; supporto alla Procreazione Medicalmente Assistita; percorsi di post-adozione).

A Gennaio 2017 apro lo studio a Faenza.

Da Giugno 2017 sono Segretaria e Tesoriera Nazionale dell’IRSEF, Istituto di Ricerche e Studi sull’Educazione e la Famiglia, un ente di formazione accreditato al MIUR.

A Novembre 2017 mi iscrivo al corso “I mestieri del burattinaio: linguaggi e tecniche del teatro di figura nell’attività educativa e di integrazione sociale”, tenuto da Stefano Giunchi.

Le storie che ascolto: di cosa mi occupo?

Sostegno psicologico ad adolescenti e adulti sui temi di:

Genitorialità

(Biologica e non con particolare attenzione all'adozione)

Violenze di Genere

Stress

Momenti di Crisi

Difficoltà Relazionali

Genitorialità

(Biologica e non con particolare attenzione all'adozione)

Violenze di Genere

Stress

Momenti di Crisi

Difficoltà Relazionali

Teatro di figura in contesti educativi e di integrazione sociale

Sostegno ludico- educativo nel doposcuola