Dott.ssa Giulia Giansiracusa - Narrativi Digitali
Dottoressa Giulia Giansiracusa

La memoria è qualcosa di simile a un romanzo, o forse un romanzo è qualcosa di simile alla memoria.
(Haruki Murakami)

Nata e cresciuta a Catania, nel 2009 mi sono trasferita in Emilia Romagna per studiare Psicologia. Nel 2014 mi sono laureata in Psicologia Cognitiva Applicata all’Università di Bologna, città in cui vivo tutt’ora. Durante l’Università ho svolto periodi di studio in Germania: ho studiato presso il Master di Neuroscienze della Freie Universität di Berlino,  e svolto attività di ricerca alla Ruprecht-Karl Universität di Heidelberg, dove ho raccolto dati per la mia tesi di Laurea,  analizzando i processi decisionali  di italiani e tedeschi in ottica inter-culturale.

Ho svolto il mio tirocinio professionalizzante al Dipartimento di Psicologia di Bologna, dove ho approfondito le tematiche della tesi di Laurea lavorando alla sua pubblicazione, e presso il reparto di Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale Sant’Orsola, dove mi sono occupata di Disturbi del comportamento alimentare e disagio psicologico negli adolescenti. Ho inoltre svolto esperienze come educatrice nell’ambito della disabilità psichica e motoria, occupandomi soprattutto di disturbi dello spettro autistico.

Nel 2016 mi sono iscritta all’Albo degli Psicologi dell’Emilia Romagna. 

Subito dopo ho intrapreso una formazione dell’ambito della comunicazione interculturale, che mi ha portato a conseguire presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia la certificazione CEDILS, per la didattica dell’Italiano come lingua straniera. 

Dalla fine del 2016, collaboro con l’Associazione Arcoiris di Bologna, dove organizzo e conduco laboratori, rivolti a rifugiati e richiedenti asilo, per l’apprendimento della lingua e della cultura Italiana. Quest’attività mi ha permesso di avvicinarmi ulteriormente alla comunicazione interculturale in qualità di psicologa: a febbraio 2018 ho infatti conseguito un Master in Etnopsichiatria e Psicologia delle Migrazioni presso l’Istituto A.T. Beck di Roma, che mi ha fornito gli strumenti per leggere e comprendere il disagio psicologico in chiave etnopsichiatrica.  

Ho approfondito il ruolo che la Cultura gioca nello sviluppo psicologico di individui e sistemi sociali, interagendo in modo polifonico con altre discipline.

Se l’essere Umano emerge da un coro, infatti,  la Psicologia è una delle voci che lo canta, e non può fare a meno di tante altre: Storia, Antropologia, Economia, Geopolitica, solo per citarne alcune. Leggo contributi provenienti da tutte queste discipline, indispensabili per comprendere la condizione esistenziale dell’Uomo nella attuale società post-moderna, nonché le varie forme di disagio psicologico ed emotivo che caratterizzano la fase storica corrente.

Con Narrativi Digitali ascolto due voci del coro che ultimamente hanno iniziato a duettare: Sviluppo Tecnologico e Psicologia Narrativa.

Mi occupo prevalentemente di:

  • Disagio psicologico legato alle esperienze migratorie e post-migratorie
  • Disagio psicologico legato a processi di integrazione culturale
  • Sindromi Culturali e comunicazione inter-culturale
  • Difficoltà relazionali e disagio emotivo nell’adolescente e nel giovane adulto
  • Disturbi del comportamento alimentare
  • Intelligenza emotiva, empowerment delle abilità sociali nei disturbi dello spettro autistico
  • Tecniche di comunicazione e assertività